Cafè Basaglia, rassegna tra arte, sport e informazione per la salute mentale - E Tu Slegalo Subito
2024
post-template-default,single,single-post,postid-2024,single-format-standard,do-etfw,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Cafè Basaglia, rassegna tra arte, sport e informazione per la salute mentale

Cafè Basaglia, rassegna tra arte, sport e informazione per la salute mentale

Anconatoday, 3 maggio 2018

Maggio nel segno della legge 180 che compie 40 anni: mostre artistiche, sport e spettacoli per portare l’attenzione sul disagio mentale oggi e come migliorare i servizi

La legge Basaglia compie 40 anni. Era infatti il maggio del 1978 quando fu varata la legge 180, che sancì la chiusura dei manicomi e regolamentò il trattamento sanitario obbligatorio, istituendo i servizi di igiene mentale pubblici: un cambiamento epocale, passato alla storia con il nome dello psichiatra e promotore della riforma Franco Basaglia, riconosciuto come il fondatore di una nuova e più moderna concezione della salute mentale e dell’assistenza psichiatrica, ospedaliera e territoriale. Da allora, cos’è rimasto di questa eredità rivoluzionaria? Dall’applicazione della legge, cosa è cambiato e come nell’approccio alla cura del disagio mentale? Da questi interrogativi prende le mosse “Café Basaglia – Settimane dedicate ai 40 anni della Legge 180” una rassegna di iniziative, promossa dall’Anpis Marche (Associazione polisportive per l’integrazione sociale), con il patrocinio di Regione Marche, Asur Av 2 Dipartimento di Salute Mentale, Comune di Ancona – Assessorato ai Servizi Sociali, Servizio di sollievo, Sirp (Società italiana riabilitazione psicosociale) e Università Politecnica delle Marche, con l’intento di portare l’attenzione sui passi in avanti fatti fin qui e su ciò che ancora si può fare per migliorare i servizi in quest’ambito.

Le attività, previste nel mese di maggio in Ancona, tutte pubbliche e ad ingresso gratuito, spaziano tra arte, sport, spettacolo e informazione e sono realizzate con la collaborazione di CSV Marche, Cooss Marche, le associazioni Ama Ancona, La rondine, Polisportiva Solidalea, Anpas Marche, Alpha Pesaro, CSI provinciale e Tavolo regionale salute mentale. Si comincia con una mostra itinerante di elaborati artistici, già esposta nei giorni scorsi alla Facoltà di economia “G. Fuà”, che sarà ospitata anche negli spazi del locale “Zucchero a velò”, di via Torresi, dal 9 al 27 maggio, con inaugurazione mercoledì alle 18. Ricco il programma del prossimo weekend, che si aprirà con un quadrangolare di calcetto, venerdì 11 maggio alle ore 16 all’Asd Polisportiva Solidalea, in via Sacripanti, con squadre provenienti da tutta la regione.

Si proseguirà poi a teatro, con due momenti diversi proposti per coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza sul tema della salute mentale: sabato 12 alle ore 18, l’appuntamento sarà al teatro Panettone con lo spettacolo intitolato appunto “Cafè Basaglia”, frutto di un laboratorio del progetto Teatro della Comunità, del regista Marco Di Stefano. A chiudere la rassegna, sarà, domenica 13 maggio alle ore 18 nella cornice del Ridotto delle Muse, il talk show “Storie di vita e di benessere” con interventi di istituzioni, operatori sociali e testimonianze per raccontare buone prassi ed esperienze positive nel campo della salute mentale, della prevenzione dei disturbi psichici e del contrasto allo stigma sociale che circonda la malattia mentale. Condurrà il giornalista Maurizio Socci, e al dibattito saranno presenti, tra gli altri, il Sindaco Valeria Mancinelli, autorità regionali e dell’Area Vasta.